lunedì 26 marzo 2012

Accessoriamoci!

Ciao ragazzuole e buon inizio settimana!

Oggi inauguro la sezione Accessoriamoci! visto che anche gli accessori, dalle borse alla bigiotteria, sono tra le mie passioni.
Da dove inizare se non da quello che probabilmente si rivelerà il tormentone dell'estate? Sto parlando ovviamente dei braccialetti Cruciani!



Li vedevo in giro da un po' ma devo ammettere la mia ignoranza dicendo che non sapevo nè chi li avesse creati, nè dove si vendessero. Però mi avevano colpita subito.. li trovo davvero molto carini per la primavera e l'estate!
Sabato smanettando un po' su internet alla ricerca dei punti vendita, mi cade l'occhio sulla mia città.. ebbene si! li ho trovati in una galleria d'arte in via mazzini (via mazzini 50 - Galleia PH Neutro). 
Si tratta di semplici braccialettini in pizzo macramè impermeabili, disponibili in 30 varianti di colore, che raffigurano quadrifogli, lucchetti e cuoricini, cuoricini e dragoni. 
Devo ammettere che sono uno meglio dell'altro.
Io ho preso quello con i quadrifogli, indecisissima sul colore! credo tornerò a prenderne qualcun'altro visto che il costo lo permette ampiamente. Si tratta infatti di 5 euro per quelli a quadrifoglio e a cuoricini, 10 euro (se non sbaglio) per quelli con lucchetto e cuoricino e 12 euro per quello con il dragone che è molto più lavorato.


scatto rubato direttamente dall'ufficio :p - ho scelto la versione lilla chiaro


E a voi piacciono? Li avete?

Baciii

giovedì 15 marzo 2012

Vi dico anche la mia, va'... o per lo meno ci provo.

Ciao Ragazzuole!

Ieri, facendo colazione assieme a veronica, siamo finite a parlare inevitabilmente del topic che sta infiammando YouTube da giorni. Avrete già capito che mi riferisco, ovviamente, al video di TheVhelena. Parlando più o meno animatamente con Vero ci siamo trovate d'accordo praticamente su tutto e se vi leggete il suo post QUI, troverete anche il mio pensiero fra le sue parole. Comunque, siccome lei stessa mi ha chiesto di dire la mia, a scanso di ripetermi anche qui con i soliti concetti che ho sentito un po' ovunque, partiamo. 
Inizio da Adamo ed Eva, raccontandovi un po' come sono andate le cose nel mio caso. Io ho iniziato da poco, pochissimo, ad interessarmi "animatamente" al mondo make-up e sì, non si può negare che il tutto sia partito da YouTube, in quanto le profumerie sotto al mio naso esistevano già dalla notte dei tempi. Ricordo che circa un anno e mezzo fa, forse due, scrivevo a Vero via sms di aver scovato su YouTube una ragazza veneta, "penso veronese, le dissi" che mi aveva subito colpita per i modi affabili, la simpatia e.. parlava di make up. Era una tale Clio. 
Da li in poi la scoperta delle altre ragazze è stata un continuo. E con loro la scoperta di nuovi prodotti, nuovi modi di usare cose che già avevo e/o conoscevo ecc. Inevitabile che qualche volta il desiderio di provare prodotti più costosi sfiorasse il mio portafoglio.. se potevo, lo compravo. SE-POTEVO. 
Ci tengo a sottolineare questa cosa perchè secondo me il nocciolo sta tutto li. Perchè io, Francesca, devo giustificare a te, Signor/Signora X, il perchè ho comprato un ombretto, un rossetto o (fatalità :p) uno smalto? Posso dirti che l'ho preso perchè non resistevo a lasciarlo sullo scaffale, perchè ne avevo "disperatamente" bisogno, perchè semplicemente mi piaceva e me lo sono comprato. Cosa cambia se io giustifico a te una mia spesa? Dicendoti "guarda che l'ho comprato ma potevo farne a meno", nella mente di una persona con la "fregola" dell'acquisto, cosa cambia? Lei mi risponderà "ok, potevo farne a meno anche io ma lo compro a mia volta." Diverso il caso se si dicesse "visto che non me ne faccio niente, non compro più niente". Ma dubito che le cose porterebbero ad una svolta positiva. E se il discorso lo vogliamo fare valere per il make-up, dovremmo dire lo stesso di una mareeeeeeeea di altre cose. 
Aprite una rivista-tipo che a noi fanciulle piacciono tanto.. che so: Glamour, Vogue, Elle, Cosmopolitan quello che volete. Mi viene da sorridere perchè se penso a tutte queste riviste penso a mio padre che quando mi vede sfogliarle mi chiede "ma c'è scritto qualcosa in quel giornale o è tutta pubblicità?!" 
Pensate a quanti prodotti vediamo, di quanti ci innamoriamo: borse, scarpe, vestiti. Se vedo una Gucci reclamizzata, di certo il giornalista non scriverà nella didascalia "borsa Gucci, 850 euro. Hey, guarda che non è necessario comprarla.. puoi prenderne anche una di Carpisa che tanto è sempre una borsa!" Tutti dovrebbero giustificare un acquisto o un invito ad un acquisto perchè si tratta di cose inutili di cui si può fare a meno? Non voglio credere che il libero arbitrio di donne e uomini maturi ed intelligenti sia così labile. Non voglio credere che tutte le ragazzine di 15 anni siano delle "Marte", non so se mi spiego. 
Altrimenti non ne verremmo più fuori. Basta pubblicità, basta riviste, basta video su youtube.. perchè TUTTO allora può essere fonte di tremenda tentazione. 
Forse non avremmo dovuto scatenarci tanto con questo argomento e sapete perchè? Perchè io credo che "marta" non sia un caso isolato ma neanche la norma. Non credo e non voglio credere che centinaia di donne più o meno giovani siano così influenzabili da arrivare a rubare per un cosmetico. E se questo succede, allora non è una youtuber, più o meno famosa, a dover aiutare la persona in questione. Li bisogna iniziare a rivolgersi a qualcuno di ben più qualificato per uscire dal tunnel. Possiamo dare l'esempio? se una ragazzina non ascolta i genitori, potrebbe prendere ad esempio e seguire i consigli di una, per quanto famosa, sconosciuta? Scusatemi, mi rendo conto che adesso si rischia di entrare nel vortice de "i 15 anni sono un'età di merda"... ora vi dico una cosa che nessuno ha mai detto: io a 15 anni quasi manco sapevo cosa fosse il make up. 
Ok, i tempi cambiano, ora c'è youtube e quando avevo 15 anni io quasi non c'era internet.. però ragazze: ogni stagione, i suoi frutti. 
Vuoi guardare i video su YouTube? Ok, ora studia e poi guardali. Un po'. 
Vuoi quel mascara che ha preso Giuliana? Guadagnatelo e stop. 
Io non sono nessuno per dire a te, amica, figlia, sorella, cugina,  che non ti puoi comprare una cosa se la vuoi. Non posso neanche chiederti se ne valga la pena perchè può non valere la pena per me ma per te si. 
Fintanto che non si valichino certi limiti, io ti do la libertà di fare ciò che vuoi. 
Diverso il caso del furto, si sa. Ma, ripeto, non è Clio che può fare passare alle "Marte" il disturbo. La questione diventa poi troppo delicata per finirla a blush e mascara. E se il gesto di questa ragazzina sia stato, non so, un gesto di "trasgressivo picco adolescenziale", non lo so e non lo posso dire. Posso dire che l'occhio del genitore non può essere sostituito da una webcam o da un monitor. Non mi permetto assolutamente di """giudicare""" (notate le virgolette) il comportamento o l'educazione dei genitori del caso specifico per carità del cielo. 
Credo, ovviamente, di aver detto tutto e niente in questo post lunghissimo e sconclusionato. Lo so che non sono riuscita a spiegarmi completamente perchè le cose da dire sarebbero così tante che non si finirebbe più. 

Tra qualche giorno tutto questo cancan sarà acqua passata senza che nulla sia realmente cambiato. Tutto sarà passato e forse non avremmo fatto altro che peggiorare la situazione di questa "marta" che si sentirà ancora più massacrata da tutti e tutto e le farà dire ancora una volta che 15 anni sono proprio un'età di merda.


PS. a scanso di equivoci, io NON giustifico affatto il comportamento di cui sopra. 


venerdì 9 marzo 2012

La famiglia Polish si allarga..

Ciao Ragazzuole!

Come vi avevo anticipato un paio di post fa, vi mostro gli ultimi smalti acquistati. Non mi dilungherò troppo quindi ecco qui di seguito cosa ho acquistato ultimamente.

Catrice - lo smalto rosso, n.690 Fred Said Red fa parte della Nymphelia collection ed ha un nuovo pennellino: più "cicciotto" e angolato. Il colore, benchè sia un rosso molto acceso, necessita di due passate perchè tende ad essere un po' trasparente; l'altro, credo sia della nuova collezione permanente ed è il n. 410 Pool Party At Night
Deborah - n. 72 della collezione Scarabèe Effect, dupe spiccicato al Peridot di Chanel, ve lo consiglio se vi piace il genere;
Pupa - questo in realtà non mi è costato nulla. Infatti è lo smaltino che ho deciso di prendere approfittando della "promozione" 1 fan 1 smalto, per le fans facebook del marchio. E' il n. 702.
Sinful Colors - Twilight - un colore neutro, beige molto chiaro con piccolissimi glitter dorati. 
Kiko - ecco I PRIMI nuovi smalti usciti da Kiko. Ho scelto il 372 - Beige Nudo; 373 - Terra di Siena Bruciata; 381 - Viola Grigio e 362 - Rosso Papavero. Mi voglio togliere subito un sassolino dalla scarpa.. ma a voi, il terzo.. sembra VIOLAGRIGIO? uffa era quello che volevo di più in assoluto ma non è altro che un grigio scuro tendente al blu (somiglia moltissimo al Minsk di Mavala) non è per niente attendibile il colore che si vede sul sito! comunque sia, ormai è andata.. sicuramente lo userò, il colore di per sè non è male ma NON è il colore che uno si aspetta da un violagrigio. 

Questo è tutto ragazze! Non appena acquisterò lo smalto revlon non mancherò di farvelo sapere! 

Baciotti e buon weekend!! 

giovedì 8 marzo 2012

Yes to Yankee!

Ciao a tutte ragazzuole!

Un altro post velocissimo in cui volevo mostrarvi i miei primi acquisti Yankee Candles. Era da un po' che sentivo parlare di questa marca inglese famosa per le sue candele profumatissime. Così mi ero messa un po' a scuriosare sul loro sito clicca qui ed ero ormai prossima a piazzare un ordine. Un giorno, però, passeggiando in centro città, mi ritrovo davanti ad un negozietto per me nuovo che vende.... Yankee Candles!! Ovviamente non mi sono potuta esimere dall'acquistare qualcosa.
Devo ammettere che la scelta è stata davvero difficile, le candele hanno tutte delle profumazioni buonissime! Divisibili in: profumi delicati, floreali, speziati, marini, zuccherosi... ce n'è per tutti i gusti. Mi sono buttata sulla soft blanket di cui avevo sentito parlare.. ha un profumo delicatissimo perfetto anche da tenere in camera da letto. Ho preso la versione piccola, in jar di vetro, al prezzo di circa 12 euro. Questa candela brucia per un minimo di 25 ad un massimo di 40 ore.
Poi ho preso un travel tin, circa 5 euro, ottimo da portare in viaggio ma soprattutto in macchina, alla profumazione clean cotton.. profumo di bucato appena fatto ;-)
Infine, il deodorante per auto me l'hanno dato in omaggio nella profumazione evening air.






Che dirvi, sono soddisfattissima di questi acquisti tanto che sto già meditando alle prossime da acquistare!
Le avete provate anche voi?

Baci!

mercoledì 7 marzo 2012

E poi io dovrei guarire?!

Ragazzuole polishaddicted come me, oggi sono rimasta folgorata dai nuovi smalti Revlon.
Li ho visti da Coin, prezzo € 11.00, purtroppo dovevo correre in ufficio e ho rimandato l'acquisto.
Si tratta degli smalti ColorStay che promettono una lucentezza simil gel e una durata..... fino a 11 giorni!

ora, magari voi li avevate già visti e magari li avete anche già provati.. che ne dite? io ovviamente mi sacrificherò per la buona causa e li acquisterò per farvi sapere la mia.. sarò brava?! :p
Ovviamente da Coin non era presente tutta la gamma di colori che potete ammirare Qui ma c'è comunque una bella scelta, se non sbaglio ci sono una decina di tonalità. In particolare ho già puntato Bold Sangria, Red Carpet, Marmalade... fermatemi.

Comunque, presto vi farò vedere anche le new entries nel mondo smalti.. vi farebbe piacere?

a presto ragazzuole!

venerdì 24 febbraio 2012

NOTD: Nails of The Day -- Sinful Colors - What's Your Name?

Ciao ragazzuole,

è un po' che non aggiorno con il NOTD e così oggi ho pensato di dedicargli un post al volo.

Lo smalto che indosso oggi è della Sinful Colors, marchio americano reperibile da Coin e da Upim (almeno qui a Verona). Questi smalti costano sui 5 euro e lo trovo un ottimo prezzo visto che sono ben 15 ml di prodotto. 
Io ne ho 8 (ne ho comprato uno nuovo che non appare nel post PolishAholic) e mi piacciono moltissimo. Alcuni sono un po' più liquidi e necessitano di una passata in più ma altri, come quello che indosso oggi, già con una passata può andare. Con un buon top coat (io ormai uso sempre il better than gel nails di Essence) durano anche un bel po'.. sono io che mi stufo prima e lo cambio! 
Veniamo a noi: What's Your Name è un bellissimo colore: ha un fondo blu scurissimo, quasi nero direi, con dei mini mini brillantini turchesi. 




Buon weekend!

lunedì 20 febbraio 2012

Less is More.. ovvero i miei BEST a meno di 10 euro

Ciao Ragazzuole!
recupero la bozza di un vecchio post che avevo lasciato da parte, in attesa di mostrarvi gli ultimi acquisti e ciò che ho comprato con i saldi. Buona lettura ^-^
PS. mi sono persa le foto per strada, quindi tampono con foto prese dal web.. tanto credo che questi prodotti li conosciate già benissimo =)

Oggi, mentre mi truccavo, riflettevo (!!) sul fatto che la maggior parte dei prodotti che stavo utilizzando (e che adoro) sono tutti molto economici.. praticamente sotto i dieci euro. Così ho pensato di deviare un po' dai post che avevo in mente, per dedicare questo a mostrarvi i miei top products sotto i 10 euri. Non voglio dilungarmi troppo per ogni prodotto, cercherò di essere brava ;-)
Questo primo post lo dedico ai prodotti per la base e partiamo subito:
Correttore: Kiko, Full Coverage n. 03, € 7.50 -- questo è stato il primo correttore in assoluto tra i low cost che mi ha dato soddisfazioni, coprendo più che egregiamente le mie occhiaie spaventose. So che c'è chi lo ama e chi lo odia. Personalmente, per essere un correttore relativamente economico, ritengo che svolga più che egregiamente il suo lavoro. A me resiste bene per molte ore.


Fondotinta: Catrice, Photo Finish 18h n. 030 Caramel Beige, € 6.99 -- qui devo sprecare qualche parola in più perchè appena comprato questo prodotto non mi convinceva del tutto. Ha una texture abbastanza corposa e mi sembrava molto, troppo pesante. Così l'ho lasciato da parte per un po', è arrivata l'estate e ho iniziato ad usare il fondo minerale e solo con i primi freddi d'autunno gli ho dato una seconda chance. E ora mi piace tantissimo. Ripeto, ha una texture un po' corposa rispetto al mio fondo preferito (v. sotto Shu Uemura) e quindi va lavorato con un po' più di pazienza ma alla fine il risultato è ottimo. Si presenta in boccetta di vetro con pompetta dosatrice che fa uscire poco prodotto alla volta così da non farvene sprecare inutilmente.



Cipria:  Catrice, Skin Finish Compact Powder € 4,99 - questa cipria l'ho presa da poco, quando ho finito la soft focus di Kiko (ottima anche quella!); ha una texture molto leggera, io la uso principalmente sopra al fondotinta per fissarlo visto che, fortunatamente, non ho grossi problemi di lucidità della pelle.



Blush: qui vi devo indicare sia i blush di Elf della linea Studio (€ 4,00) di cui ho il Tickled Pink e il Berry Merry, e quelli di H&M; questi ultimi infatti mi hanno piacevolemente sorpresa. Io ne ho due, mi pare costino € 3,95, Dazzling Peach e Sweet Rose. Li trovo davvero ottimi!



Dedicherò presto un altro post ad ombretti, mascara et simili.

E per voi? quali sono i vostri "less is more"?

BACI E BUONA SETTIMANA A TUTTE!
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...